Vieni sul FORUM!Vieni sul FORUM!

03 MONETA LOCALE E SVILUPPO

Sostegno alla produzione e valorizzazione dei prodotti agricoli locali con la promozione di un’economia etica e solidale all’interno del territorio. Individuazione di edifici inutilizzati per la creazione di un incubatore di start up di nuova generazione. Studio di una moneta locale complementare come stimolo all’ economia locale. Banca del tempo di supporto ai ceti meno abbienti. Individuazione di nuove aree d’impiego (con criterio di assunzione trasparente) per l’attuazione del nostro programma.

 

MONETA LOCALE

Studio di fattibilità per l'introduzione di una moneta locale che sia strettamente funzionale all'aumento della capacità di spesa dei cittadini, all'incentivo e alla rivitalizzazione del commercio locale, trattenendo la ricchezza nel territorio.

START-UP

Favorire le condizioni che consentano lo sviluppo della piccola e media impresa attraverso delle agevolazioni per quelle strutture di proprietà che ospitano attività proprie. Predisporre gli immobili non utilizzati per iniziative di start-up. Per gli edifici pubblici invece, locazione agevolata a ore di locali comunali per giovani professionisti abilitati per consentire loro di iniziare ad esercitare la professione con i pochi clienti iniziali.

STUDIO PER LA REALIZZAZIONE DI CENTRI COMUNALI DI TELELAVORO

Centri di telelavoro per assorbimento lavoratori in caso di delocalizzazione azienda o utilizzo da parte di aziende e professionisti delle zone limitrofe interessati al progetto. Tali centri possono anche fungere da centri di aggregazione sociale con annessi servizi di asilo, baby sitter, ripetizioni materie scolastiche ecc… 

Individuazione ed allestimento di spazi o edifici liberi per l’inserimento di nuove imprese con l’intento di creare un vero e proprio incubatore di start up sul territorio bastiolo, prevedendo sconti su tasse comunali o agevolazioni per chi affitta il proprio immobile a canone agevolato e concordato.

KM ZERO

Una vera attenzione al territorio, passa attraverso il sostegno e la promozione delle produzioni agroalimentari locali. Tale azione permette di sviluppare concretamente e positivamente gli ambiti: economico/produttivo, ambientale e sociale.

Il M5S di Bastia Umbra si impegnerà ad attuare i provvedimenti necessari per la valorizzazione delle aziende agricole a conduzione familiare e condotte da giovani, operanti nel territorio comunale, incentivando i progetti di filiera capaci di garantire la realizzazione di un prodotto all’interno del territorio, dall’origine fino alla vendita, il cui percorso sia avvicinabile e controllabile.

Contrasterà lo sfruttamento del territorio agricolo per la produzione di biocarburanti e per installazione di fotovoltaico a terra, impedirà la modifica di destinazione d’uso di terreni agricoli con l’introduzione di nuovi vincoli.

Intendiamo riconvertire l’agricoltura da prodotto di massa a prodotto di qualità a filiera corta nel rispetto della biodiversità e privilegiando l’utilizzo delle specie autoctone.

Fondamentale sarà l’impegno che metteremo nel favorire l’incontro tra i consumatori ed i produttori, tra la domanda e l’offerta. Verrà agevolata la possibilità di vendita delle produzioni agroalimentari a Km 0, mettendo a disposizione spazi adeguati e realizzando eventi finalizzati a diffonderne la conoscenza. Particolare attenzione sarà rivolta proprio agli aspetti della comunicazione, con l’obiettivo di sviluppare la conoscenza e la consapevolezza dei cittadini/consumatori. Sia attraverso la creazione di un sito web che oltre alle informazioni sui produttori e sulla loro offerta, fornisca informazioni utili sulle caratteristiche dei prodotti, gli aspetti salutistico nutrizionali e menù settimanali per la programmazione della spesa e la preparazione dei pasti, sia mediante la divulgazione a mezzo stampa.

Particolare interesse sarà rivolto alla possibilità di proporre i prodotti locali nelle mense comunali, ed anche alla realizzazione di una rete di percorsi ciclabili che colleghino alle aziende agricole per favorire il cicloturismo e il consumo. Lo sviluppo di un consumo critico e solidale favorirà la creazione di reti di consumo come i gruppi di acquisto ed il consolidamento del rapporto di fidelizzazione. La possibilità di una oculata programmazione delle produzioni in funzione di fabbisogni espressi, potrà consentire agli operatori una migliore pianificazione dei rischi permettendogli di rendere maggiormente competitiva la loro offerta. La prospettiva che il consumo dei prodotti agroalimentari locali possa avere una concreta diffusione, consentirebbe l’avvicinamento dei giovani, permettendo da una parte l’inserimento nel mondo del lavoro e dall’altra l’arricchimento tramite un approccio innovativo e moderno. Sul versante economico/produttivo lo stimolo positivo sarà intersettoriale, potendo interessare e coinvolgere i settori: della produzione agricola, della trasformazione, dell’artigianato, del commercio, dell’inserimento sociale, del turismo, del riciclo e del naturalismo. I progetti, rispondendo a criteri di basso impatto ambientale, potranno essere incentivati anche come percorsi didattici e/o turistici.

Go to top