Vieni sul FORUM!Vieni sul FORUM!

09 VERDE PUBBLICO

 

Creazione dell’oasi fluviale del Chiascio e del Tescio con realizzazione di forme alternative di mobilità. Promozione della giornata dell’ albero e applicazione della legge “ un albero per ogni nuovo nato”. Aumento delle aree verdi urbane e di quelle con accesso consentito ad animali domestici. Politiche di tutela e protezione degli animali e del loro benessere nel territorio.

 

Le aree verdi pubbliche, ed in particolar modo quelle urbane, costituiscono un patrimonio di grande valore ed un parametro fondamentale per determinare il livello di qualità della vita nella nostra città. I parchi pubblici e tutte le aree verdi urbane, comprese aiuole ed alberature stradali, ricoprono infatti importanti funzioni ecologiche e sociali. La sua funzione sociale è assolta rendendo gradevole e accogliente l’aspetto cittadino e creando luoghi di svago e benessere dove tutti possono trovare la serenità e la tranquillità che troppo spesso negli ambiti urbani sono negate. La sua funzione ecologica, non meno importante e incisiva, è invece assolta grazie alla capacità della vegetazione di assorbire lo smog cittadino. Costituisce quindi un importante fattore di mitigazione degli inquinanti dell’aria riducendo in modo concreto la presenza dei gas serra (in particolare anidride carbonica) rilasciati dal traffico e dal riscaldamento delle case. Un'ampia dotazione di verde urbano riveste quindi un ruolo fondamentale per migliorare la qualità dell’aria. Inoltre un’elevata massa di vegetazione influisce notevolmente anche sul microclima urbano, mitigando in particolar modo le temperature elevate che in estate si raggiungono in ambienti dove cemento e asfalto fanno la parte dei padroni. E’ necessario prevedere e pianificare il verde urbano in modo preventivo e paritario in tutte le attività di strutturazione urbanistica assicurando una dotazione di verde sufficiente ad attivare tutte le funzioni a lui attribuite. Le azioni che si intendono intraprendere nella gestione del verde urbano sono quindi rivolte a salvaguardare, e a potenziare, la capacità che ha il verde cittadino di rendere la nostra città più vivibile e sostenibile, assicurandone le funzioni sociali e ambientali che continuamente la vegetazione ci regala in modo disinteressato. Non dobbiamo infatti dimenticare che ogni angolo di verde dentro la città è un angolo di natura che ci sostiene e protegge. 

UN ALBERO PER OGNI NATO E GIORNATA DELL’ALBERO

applicazione della legge un albero ogni nuovo nato, consentendo ai genitori dei nuovi bimbi nati o adottati, di piantare ed accudire un albero in uno spazio di verde pubblico urbano

Istituzione della Giornata dell'Albero il 21 novembre di ogni anno, realizzando in ogni scuola di ordine e grado, attività volte alla sensibilizzazione e valorizzazione dell'ambiente e del patrimonio arboreo della nostra città. Censimento di tutti gli alberi della città e redazione dell'elenco degli alberi monumentali da trasmettere alla Regione affinché possa disporne il Corpo Forestale dello Stato.

AREE VERDI

Aumento delle aree verdi urbane attrezzate con accesso consentito anche ai cani al guinzaglio e studio di fattibilità per aree destinate ad “orti pubblici cittadini”.

PERCORSO VERDE

Verifica di fattibilità di progetti per realizzare una pista ciclabile parallela rispetto il sentiero del Percorso Verde e studio per un’Oasi Fluviale Chiascio affinché diventi luogo di svago e ricreazione, incontro sociale, ristoro e riposo dove organizzare eventi ed attività volte a stimolare il coinvolgimento dei cittadini sui temi della sostenibilità ambientale. Verde inteso come luogo non solo di ritiro intimo e rilassante ma anche come luogo di ritrovo e aggregazione sociale.

BASTIA AMICA DEGLI ANIMALI

Appoggiamo totalmente l’iniziativa dell’area “sgambamento” cani prevista e vorremmo individuare altre zone adatte al medesimo scopo (ovviamente consultando le necessità dei cittadini). Il randagismo e l’abbandono vanno combattute alla radice. Oltre ad essere un problema etico, lo è anche economico se guardiamo le spese che un comune deve affrontare per curarsi degli animali randagi. Occorre una migliore informazione (campagne di sensibilizzazione) ed un aiuto per quelle famiglie meno abbienti che vogliono sterilizzare il proprio animale domestico.

Qui di seguito alcune proposte per vivere meglio con i nostri amici animali:

  • fornitura raccoglitori per deiezioni di cane in tutte le aree pubbliche,
  • mese della sterilizzazione (piccolo fondo in accordo con la asl per dimezzare la spesa della sterilizzazione per il proprio animale domestico presso la asl veterinaria bastia),
  • ulteriore area sgambamento cani (da decidere insieme alla cittadinanza),
  • giornata del cane (seconda domenica di maggio dedicata al cane, maratona a 4 zampe con partenza dal canile del ponterosso e ritorno allo stesso, una giornata da trascorrere con i propri amici a 2 e 4 zampe sensibilizzando i cittadini verso il problema del randagismo),
  • divieto di sosta per i circhi che sfruttano gli animali,
  • utilizzo per le pubbliche forniture finanziate dal comune, di prodotti esclusivamente non testati sugli animali (cruelty free).
Go to top