Vieni sul FORUM!Vieni sul FORUM!

Un pensiero .


Sento spesso delle affermazioni che mi rattristano; le persone che le fanno, inconsapevolmente, favoriscono chi ha in mano il potere e lo usa a ns. discapito. Sento dire che l’ economia è ferma perché: le banche non danno finanziamenti, la manodopera costa troppo, gli imprenditori italiani non hanno saputo fare innovazione. Beh, sono tutte fesserie ed ora vi dico il perché. Premetto che, quello che sto per scrivere, non è una mia opinione, ma è ciò che dicono eminenti economisti, uomini di stato ecc., non legati ai soliti interessi, insomma, persone che poco vedrete in televisione, soprattutto in prima serata. Altre deduzioni logiche, ne converrete con me, vengono di conseguenza. Per la prima affermazione c’ è da dire che: le banche non danno finanziamenti perché sono procicliche e cioè, seguono i cicli dell’ economia. Elargiscono finanziamenti quando l’ economia tira e si comportano in maniera opposta, quando essa ristagna. Non si fidano a finanziare in momenti di crisi, e tanto meno, se chi richiede il finanziamento, arriva già dissanguato da un periodo di stallo di domanda. Sanno benissimo che, i loro soldi,serviranno solo ad allungare l’ agonia di un’ azienda, che comunque è condannata dal fermo del mercato. Così succede anche per chi deve iniziare a fare impresa: troverà difficilmente i finanziatori, perché essi sono spaventati dall’ andamento negativo dei mercati. Poi c’ è la finanza che è più redditizia... Sulla seconda affermazione posso dire che è vero che la manodopera costa troppo, ma non è sicuramente con la riduzione degli stipendi che risolveremo il probema della stagnazione dell’ economia ! Anzi essa peggiorerà. Casomai dovremo agire, aumentando il potere d’ acquisto delle famiglie. Ciò si può fare anche senza aumentare i salari ma, semplicemente, aumentando i servizi e gli sgravi fiscali. Mi preme molto questo punto, perché sento attribuire la colpa della crisi, alla burocrazia, ai troppi diritti dei lavoratori ed altro: si scambia, spesso, la causa con l’ effetto ma, soprattutto e sempre, si sbaglia bersaglio. Sul terzo punto, posso dire che da che mondo è mondo la ricerca e l’ innovazione si fanno nel momento in cui l’ economia va a gonfie vele e c’ è forte domanda ! A maggior ragione, se poi le aziende si devono autofinanziare. Molti non sanno che le aziende tedesche sono sempre state aiutate (nel periodo euro) dallo stato, nello stesso momento in cui, a noi, vietavano di farlo ! Alcuni imprenditori potranno obiettare che, essi sono nati e cresciuti, senza finanziamenti statali: ciò è vero ma, in questo momento, solo per quelli che esportano. Vi voglio ricordare, ad esempio, che lo sviluppo maggiore dell’ aeronautica si è avuto durante la seconda guerra mondiale. Infatti, per motivi bellici, ve ne era grande richiesta ! Ed erano gli stati che finanziavano la ricerca. Per concludere voglio dire che l’ unica entità che può andare in controtendenza al mercato è lo STATO ! Esso può far aumentare gli stipendi e stimolare l’ economia investendo in infrastrutture, nel patrimonio artistico, nel sociale, nel patrimonio naturale, nella ricerca di fonti di energia alternative ( che viene tenuta sapientemente e volontariamente in coma farmacologico ) e tanto altro.Ma... tranquilli, tutto ciò non accadrà; sapete perché ? Beh, tutto ciò lo può fare uno stato a moneta sovrana, quindi non il nostro. Non in questa europa. Si ,voi mi direte che questa europa ci ha portato grandi vantaggi; io non ne ho visti ! Inoltre non so perché chi è contro questo euro, mi porta a suffragio delle sue teorie una montagna di prove, invece , chi è a favore, solo poche frasi, spesso luoghi comuni, che tra l’altro la storia smentisce. Ricordate che l’ euro (questo euro) così come è stato creato è il primo esperimento della storia ! Che culo esserci dentro ! Sappiate, che alcuni dei suoi creatori, se ne sono “pentiti” e lo stanno mettendo fortemente in dubbio. Riflettete e documentatevi, alla prossima.

Previous Next
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
CONSIDERAZIONI Un pensiero . Sento spesso delle affermazioni che mi rattristano; le... Read more
GLI ENNESIMI FURTI ALLA SCUOLA PRIMARIA DI OSPEDALICCHIO Si può trovare una soluzione? Ancora Ancora ladri ad Ospedalicchio... Read more
11 RIFIUTI ZERO   Riprogettazione, riduzione, sensibilizzazione, riciclo, recupero,... Read more
02 URBANISTICA Una particolare attenzione verrà data al nuovo progetto di piano regolatore... Read more
05 CULTURA   Bastia negli ultimi anni, si è vista palcoscenico di numerosi eventi... Read more
Rosignoli Marcello   NOME: Marcello COGNOME: Rosignoli ETA': 48 NATO A: Foligno RESIDENTE... Read more
08 SICUREZZA     Politica di prevenzione nelle aree di maggior rischio. La... Read more
UN SILENZIO ASSORDANTE Il taglio della pioppeta a fianco del Percorso Verde E' passato quasi un... Read more
12 CONNETTIVITA   Portare la connessione wi-fi gratuita ad Internet nei luoghi pubblici del... Read more
07 SCUOLA   Riqualificazione ed adeguamento degli edifici, delle aree scolastiche e... Read more
ALTRO ATTACCO AL VERDE CITTADINO. Rieccoci di nuovo. In un'area già intensamente urbanizzata, come quella... Read more
06 SPORT   Le associazioni sportive, culturali e ricreative costituiscono una... Read more
L’ASSUNZIONE DEI DISOCCUPATI PER LO SCRUTINIO, UN CRITERIO OGGETTIVO O SOGGETTIVO? Anche questa proposta dei 5 stelle non è stata ascoltata. Il Movimento... Read more
03 MONETA LOCALE E SVILUPPO Sostegno alla produzione e valorizzazione dei prodotti agricoli locali con... Read more
04 POLITICHE SOCIALI Creazione di una “Banca del tempo” al fine di favorire la solidarietà , l’... Read more
LA GENTE NON GUARDA LE BRUTTE TRASMISSIONI Bastia Umbra, 3 dicembre 2016 LA GENTE NON GUARDA LE BRUTTE... Read more
01 TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE Il bilancio partecipativo è uno strumento per promuovere la partecipazione... Read more
09 VERDE PUBBLICO   Creazione dell’oasi fluviale del Chiascio e del Tescio con realizzazione... Read more
10 ACQUA PUBBLICA   Rivalutazione dell’ acqua come bene pubblico. Acqua pubblica gratis... Read more
icon-watch

Le buone IDEE!

inserisci qui la tua...

Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Facebook
Facebook
Go to top